001

Stamm nu pass annanz.

La nostra foto di menti deviate è sbarcata fuori regione, ossia è stata presa come spunto (diciamo così) da un altro fotografo.

Questa cosa ci rende orgogliosi perché solo le cose belle vengono copiate, quindi significa che quello che facciamo viene apprezzato.

Noi non giudichiamo, ogni persona è libera di fare quello che vuole, prendere spunto da qualsiasi cosa ci circonda, in fondo anche noi lo facciamo, cercando ci aggiungere qualcosa di nostro.

Lasciamo giudicare voi, che alla fine siete gli utenti finali, coloro che decidono.

Siamo di tutti, ma non per tutti.

Menti_deviate

Menti deviate.

Una nostra cliente, visionando le nostre foto e passata un intera giornata con noi durante una cerimonia, coniò per noi la seguente frase:

-Voi siete delle menti deviate.

Diciamo che alla maggior parte delle persone, la frase non sarebbe piaciuta e di sicuro non sarebbe stata presa di buon occhio, ma a noi piacque e da quel momento ne facemmo il nostro biglietto da visita, d’ altronde come dice una famosa canzone di Bennato:

-Chi è normale non ha molta fantasia.

Noi pensiamo che finché manterremmo questo nostro modo di fare e di pensare, le persone che ci apprezzano, ci seguiranno e ci sceglieranno, alle altre a cui non piacciamo, che possiamo dire, non è colpa nostra, siamo fatti così,

Siamo di tutti, ma non per tutti.

_MG_1529

Ognuno ha i clienti che si merita.

L’effetto Gomorra, ormai ha contagiato tutti, pochi sono coloro che non conoscono la serie tv di Sky, ma ci sono, uno di loro è il modello di oggi,il bimbo Pasquale D’Orazio, soggetto dell’anticipo di comunione di oggi.

Dalla foto si evince che è un bel bambino, e come ogni bambino ha ancora la spensieratezza e l’innocenza nel parlare e dire le cose che pensa.

Mentre stavamo facendo le foto, la battuta è stata buttata li di getto:

-L’omm che po fa a men e tutt’cos?

La prassi vorrebbe che la risposta fosse:

-Nun ten paur e nient.

Invece Pasquale ha avuto la brillante idea di rispondere nel seguente modo:

-Sta senza pnsier.

Quando si dice che ognuno ha i clienti che si merita, infatti così è!

Immagine

Per una giusta causa, la SLA.

Anche noi abbiamo deciso di partecipare alla raccolta fondi per la SLA, con il nostro ice bucket challenge.

Dopo avere fatto la dovuta donazione alla fondazione di Stefano Borgonovo, abbiamo fatto la dovuta doccia ghiacciata, eseguite le nostre nominetion, speriamo che la cosa prosegua con nomination e donazioni.

La Sla è una delle malattie più letali che ci sia, quindi cerchiamo di dare una mano alle onlus che si occupano di ricerca, no alle docce inutili che servono solo a farsi visionare, non serve perfettamente a nulla, non facciamo di una cosa seria, la classica buffonata per farsi notare, donate anche nel vostro piccolo, ma fatelo.

Burattini_a_pagamento

Burattini a Pagamento

L’idea che si ha dei burattini(chiamati anche pupi), è quella di piccoli personaggi tenuti da fili, che vengono mossi a piacere del burattinaio.

Vengono usati per svago e per divertire i più piccoli, che li osservano con tanta enfasi e tanta gioia.

La nostra osservazione è questa, voi siete i piccoli che osservano, e noi creiamo divertimento e svago.

Dalla foto si potrebbe dedurre che siete voi a muovere i fili del gioco,ma attenzione, tenete bene a mente che siamo noi a lasciarvelo fare, ma sotto sotto siamo noi che muoviamo i fili.